PDF Stampa E-mail

Assistenza specialistica per alunni diversamente abili

nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I grado dell’Ambito N30

 

Obiettivi del servizio

L’assistenza specialistica per gli alunni  diversamente  abili si inquadra nel più generale obiettivo del Progetto Educativo Individualizzato che la scuola e le agenzie territoriali formulano in sinergia al fine di promuovere l’integrazione dell’alunno disabile nella sua interezza e specificità, potenziando capacità di autonomia personale e comunicativa all’interno e all’esterno della scuola. L’assistenza specialistica affianca il lavoro di tipo educativo-didattico dei docenti ed è svolto da personale qualificato che si muove nell’area educativa.

Gli obiettivi del servizio, pertanto, sono:

  •  favorire, in collaborazione con la scuola e con le famiglie, l'armonico sviluppo evolutivo di tutti i minori;
  •  consentire una positiva fruizione dell’offerta formativa scolastica;
  •  promuovere l’espressione delle potenzialità personali e la  reale integrazione dell’alunno nel contesto operativo scolastico;
  •  favorire lo sviluppo di corrette e soddisfacenti relazioni con i compagni di scuola e con i docenti di riferimento;
  •  incrementare l’autonomia personale degli alunni diversamente abili nel rispetto dei limiti determinati dalla tipologia della disabilità;
  •  prevenire situazioni di rischio, valorizzando modelli di comportamento positivi;
  • promuovere il confronto sinergico tra i soggetti della Rete territoriale per i minori disabili (ASL, centri di riabilitazione, scuola, associazioni ecc.)
  •  supportare i docenti in percorsi formativi ed informativi riguardanti problematiche specifiche di gestione della disabilità.

Attività da assicurare

La tipologia e la frequenza delle prestazioni rese, descritte in idoneo programma d’intervento individualizzato, dovranno essere coerenti con quanto previsto dal Piano Educativo Individualizzato (P.E.I.) formulato  dalla scuola in sinergia con i servizi  territoriali.

L’affidatario dovrà  assicurare  l’effettiva e costante presenza presso le sedi scolastiche indicate dall’Ufficio di Piano, sulla base degli orari concordati, di operatori qualificati  in grado di dare attuazione alle attività previste dai suddetti Programmi individualizzati di lavoro.

Tali operatori  dovranno svolgere le seguenti mansioni:

  •  cooperare come figura professionale complementare alla realizzazione di attività funzionali al progetto didattico educativo;
  •  attuare gli interventi educativi assistenziali tesi a favorire la comunicazione, la relazione, l’autonomia e i processi dell’apprendimento;
  •  stimolare le attitudini espressive, manipolative, costruttive, finalizzate a valorizzare le potenzialità individuali degli alunni disabili;
  •  cooperare con le altre figure professionali presenti nell’ambito scolastico integrandosi con le attività assistenziali  di base ed educativo-didattiche operate da personale docente e non docente;
  •  cooperare  nelle attività tese a fornire stimoli adeguati per lo sviluppo di competenze psico-motorie, linguistiche, intellettive;
  •  favorire lo sviluppo di corrette e soddisfacenti relazioni con il gruppo dei pari;
  •  facilitare la gestione di brevi “spazi di alleggerimento”;
  •  assistere gli utenti con diverso grado di inabilità motoria nella deambulazione, nella mobilizzazione e nell’uso di presidi, ausili e attrezzature personalizzate;
  • facilitare l'assunzione di cibi, bevande ecc.

A titolo esemplificativo e non esaustivo, dovranno essere svolte le seguenti attività:

  •  sostegno socio-educativo;
  • facilitazione della comunicazione;
  • attività ludico-espressive.

Le  azioni  dovranno coinvolgere tutto il gruppo classe  al fine di accrescere l’integrazione scolastica.

 

Localizzazione e utenti

Il servizio sarà realizzato presso le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I grado  dei Comuni afferenti all’Ambito N 30: Torre Annunziata capofila, Boscoreale, Boscotrecase, Trecase.

 

Durata del servizio - Monte ore di prestazioni


Il servizio avrà la durata presunta di  mesi sette dalla data di inizio del servizio, tenuto conto di eventuali  sospensioni delle attività didattiche e della chiusura dell’anno scolastico in corso.

Il monte ore previsto per il servizio è pari a circa n. 7817 ore di prestazioni e n. 210 ore complessive  di coordinamento.


 

Funzionamento e orari


Le prestazioni  dovranno essere svolte di norma in orario antimeridiano e/o pomeridiano  e,  comunque,  in base all’articolazione dell’orario delle lezioni/attività scolastiche osservato da ogni singola scuola interessata.

I nominativi  degli  utenti ammessi al servizio  saranno comunicati all’Aggiudicataria dall’Ente appaltante. Per ciascun alunno sarà predisposto un Piano d’Intervento che definirà le attività in relazione agli obiettivi  stabiliti  sulla base dell’analisi  dei bisogni rilevati nel P.E.I.

Le prestazioni saranno rese in stretta integrazione con tutte le figure che  concorrono al percorso educativo dell’alunno diversamente abile nel contesto operativo scolastico.

All’avvio delle attività l’Ufficio di Piano fornirà all’Aggiudicatario l’elenco delle sedi scolastiche che ospitano gli utenti.

Il monte ore degli operatori  potrà subire delle variazioni in relazione ad assenze prolungate degli utenti e ad eventuali interruzioni non prevedibili delle attività didattiche, pertanto saranno riconosciute all’Aggiudicataria soltanto le ore effettivamente prestate.

Per il primo giorno di assenza dell’alunno seguito non preavvisata, all’Aggiudicataria sarà riconosciuta un’ora di prestazione.

In caso di mancato o non completo utilizzo delle ore  determinati da trasferimenti di residenza, ritiro dalla scuola, assenze prolungate degli alunni ammessi al servizio, il residuo di ore non utilizzate ricadrà, fino al completamento, sull’anno scolastico successivo.